Category

antropologia del sacro

L’Uomo e la Natura | Pachamama

Pachamama

L’uomo e la natura, è una frase che negli ultimi tempi sentiamo sempre più spesso ripetere, di per sé nulla di strano, è una frase di senso compiuto, ciò che notiamo però è la separazione, nemmeno tanto sottile, che passa tra questi due esseri, come se l’uomo sia esterno alla natura o come se la natura sia qualcosa di estraneo all’uomo, un semplice “ente” da cui prelevare tutte le risorse che...

La via del Cuore | La Libertà

giotto

“La mente e la paura, insieme, creano la tua miseria; meditazione e amore, insieme, creano tutto ciò che hai sempre sognato e desiderato.” (Osho) Se osserviamo la società contemporanea, non possiamo fare a meno di notare come quest’ultima sia figlia di un modus operandi che mette al centro la ragione (dal latino Rationem = calcolo, conto, misura, regola da Ratus determino, stabilisco e quindi...

Messaggio di Natale | 2018

natività

“Io sono la luce del mondo; chi segue me, non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita.” (Giovanni 8:12) Anche quest’anno, ci apprestiamo a vivere uno dei momenti più importanti e intensi sia a livello religioso che astronomico e sociale, momento che negli ultimi duemila anni ha scandito la vita dei popoli europei  e non solo, soprattutto dopo l’espansione  e la colonizzazione...

L’Immacolata Concezione | Il ritorno allo stato originario

immacolata concezione

“Tutta bella tu sei, amica mia, in te nessuna macchia” (Cantico 4,7) L’8 dicembre viene festeggiata dalla chiesa cattolica l’Immacolata Concezione di Maria, dogma cattolico inserito nel calendario liturgico l’8 dicembre 1854 con la bolla Ineffabilis Deus, da papa Pio IX. Secondo la visione classica, l’evento sarebbe appunto la concezione immacolata, cioè “senza macchia di...

Vangelo di Tommaso | Testo Integrale

testi gnostici

Il vangelo di Tommaso è considerato tra i più importanti vangeli apocrifi scoperti nel 1948 a Nag Hammadi, in Egitto. Composto da 114 detti, in lingua copta, riporta brevi discorsi ed aforismi attribuiti a Gesù.  “Queste sono le parole segrete che Gesù il Vivente ha detto e Didimo Giuda Tommaso ha trascritto.” Gesù disse: “Chiunque trova la spiegazione di queste parole non gusterà la...

Estratto dalla mistica Jeanne de Salzmann ••• La Realtà dell’Essere

  Siamo così preoccupati da ciò che idealmente vorremmo essere che non vediamo cosa siamo realmente adesso, nel momento attuale. Non siamo quel che crediamo di essere. Accecati dall’immaginazione, ci sopravvalutiamo e mentiamo a noi stessi. Mentiamo continuamente a noi stessi, in ogni momento, tutto il giorno, per tutta la vita. Le cose che facciamo non le scegliamo perchè ci piace...

La Domenica delle Palme | Il Silenzio Interiore

Cristo entra a gerusalemme

“Il giorno seguente, la gran folla che era venuta per la festa, udito che Gesù veniva a Gerusalemme, prese dei rami di palme e uscì incontro a lui gridando: Osanna! Benedetto colui che viene nel nome del Signore, il re d’Israele! Gesù, trovato un asinello, vi montò sopra, come sta scritto: Non temere, figlia di Sion! Ecco, il tuo re viene, seduto sopra un puledro d’asina.” ( Vangelo...

Le stazioni della Via Crucis | La via del Cristo Intimo

le stazioni della via crucis

La Via Crucis (dal latino, Via della Croce) è un percorso rituale della chiesa cattolica con cui si cerca di ricostruire e commemorare, le ultime ore di vita di Cristo, specificatamente il momento in cui quest’ultimo si avvia alla crocifissione sul Golgota. E quindi a compiere quella che è la sua missione sulla terra. Di questa forma rituale si hanno testimonianze scritte solo nel XIII° secolo...

Tratto dalla raccolta di poesie di Baudelaire – I fiori del male

Baudelaire ritratto di franz kupka

  Dai viaggi che amara conoscenza si ricava! Il mondo monotono e meschino ci mostra, ieri e oggi, domani e sempre, l’immagine nostra: un’oasi d’orrore in un deserto di noia!  Partire? Restare? Se puoi restare, resta; parti, se devi. C’è chi corre, e chi si rintana per ingannare quel nemico che vigila funesto, il Tempo! Qualcuno, ahimè! Corre senza sosta, come...

Estratto dal capolavoro di Khalil Gibran – Il profeta

  Si, voi siete come l’oceano. E benché le vostra navi coi loro pesanti carichi siano in attesa della marea sui vostri lidi, voi, cosi come l’oceano, non potete affrettare le vostre maree. Ed anche siete simili alle stagioni, E benché nel vostro inverno voi rinneghiate la vostra primavera; Tuttavia la primavera che riposa in voi sorride nel suo assopimento e non è per nulla...

Donazione

Sostieni Centro Studi Antropologici e gli studi inerenti agli argomenti trattati. Grazie di cuore!

Categorie

Privacy Policy