Tag

Antropologia del sacro

Estratto dalla mistica Jeanne de Salzmann ••• La Realtà dell’Essere

  Siamo così preoccupati da ciò che idealmente vorremmo essere che non vediamo cosa siamo realmente adesso, nel momento attuale. Non siamo quel che crediamo di essere. Accecati dall’immaginazione, ci sopravvalutiamo e mentiamo a noi stessi. Mentiamo continuamente a noi stessi, in ogni momento, tutto il giorno, per tutta la vita. Le cose che facciamo non le scegliamo perchè ci piace...

La Domenica delle Palme | Il Silenzio Interiore

Cristo entra a gerusalemme

“Il giorno seguente, la gran folla che era venuta per la festa, udito che Gesù veniva a Gerusalemme, prese dei rami di palme e uscì incontro a lui gridando: Osanna! Benedetto colui che viene nel nome del Signore, il re d’Israele! Gesù, trovato un asinello, vi montò sopra, come sta scritto: Non temere, figlia di Sion! Ecco, il tuo re viene, seduto sopra un puledro d’asina.” ( Vangelo...

Tratto dalla raccolta di poesie di Baudelaire – I fiori del male

Baudelaire ritratto di franz kupka

  Dai viaggi che amara conoscenza si ricava! Il mondo monotono e meschino ci mostra, ieri e oggi, domani e sempre, l’immagine nostra: un’oasi d’orrore in un deserto di noia!  Partire? Restare? Se puoi restare, resta; parti, se devi. C’è chi corre, e chi si rintana per ingannare quel nemico che vigila funesto, il Tempo! Qualcuno, ahimè! Corre senza sosta, come...

Estratto dal capolavoro di Khalil Gibran – Il profeta

  Si, voi siete come l’oceano. E benché le vostra navi coi loro pesanti carichi siano in attesa della marea sui vostri lidi, voi, cosi come l’oceano, non potete affrettare le vostre maree. Ed anche siete simili alle stagioni, E benché nel vostro inverno voi rinneghiate la vostra primavera; Tuttavia la primavera che riposa in voi sorride nel suo assopimento e non è per nulla...

Ultimo dialogo tra Giordano Bruno e Sagredo

foto della statua di giordano bruno

Febbraio 1600 Nell’angusto, buio e lungo corridoio delle carceri di Castel Sant’Angelo, si odono passi che segnano l’avvicinarsi di ospiti ai condannati prossimi all’esecuzione. Con un forte rumore di chiavi si apre la pesante porta della cella ove è rinchiuso il condannato al rogo: Giordano Bruno; è lì, steso su un rude pagliericcio, mentre i suoi occhi lucidi, fermi e...

Il ritorno della Dea | Un modello alternativo

la dea madre

In questo articolo cercheremo di dare una possibile ipotesi delle dinamiche che hanno portato la società contemporanea sull’orlo del disastro economico, politico, sociale e religioso. Partendo dagli albori o almeno da quello che la storia ci indica come i primi insediamenti della civiltà umana. Sappiamo per certo che molto è stato scoperto in questo ambito, ma allo stesso tempo c’è ancora molto...

Sugli Dèi e il mondo | Salustio

foto sallustio

Quelli che intendono istruirsi sugli dèi devono essere stati ben allevati da fanciulli, e non essere cresciuti in mezzo a stolte opinioni; e in più essere buoni e assennati per natura, per avere qualcosa di affine ai discorsi. Inoltre devono conoscere le nozioni comuni. Comuni sono le nozioni su cui tutti gli uomini concorderanno, se rettamente interrogati: ad esempio, che ogni dio è buono, che...

Eli Eli Lama Sabactani | Mi immergo in una nuova vita

7 parole sulla croce

I Maya colonizzarono in tempi remoti l’India e l’Egitto, oltre ad altri paesi orientali. Essi influirono sensibilmente sulla cultura hindu (potrebbero essere i Naga citati nel Ramayana) e sulle culture egizia e greca (dove sarebbero i sacerdoti di Sais). E’ necessario stabilire le dovute relazioni fra la Maya mitologica greca, la Maya mitologica hindu e i Maya, vincolando queste relazioni con...

Trattato sulla resurrezione | Testo Integrale

trattato sulla resurrezione

Il “Trattato sulla resurrezione” o “A Rhegino, sulla resurrezione” è un trattato gnostico della seconda metà del II secolo (presumibilmente), scoperto nel 1945 tra i “codici di Nag Hammàdi”, inserito all’interno della raccolta di testi denominata codice I (noto anche come Codice Jung), dell’opera si conserva un’unica copia in lingua copta. Il trattato si occupa di mostrare le...

La leggenda della principessa Sac-Nicté

foto chichen-itza

Coloro che hanno vissuto nella terra Maya, hanno sentito il dolce nome della bella principessa Sac-Nicté, che significa bianco fiore. Era bella come l’alta luna e quieta nelle notti tranquille. Graziosa, come una colomba dal dolce canto, chiara e fresca come le gocce di rugiada. Bella era come il fiore che riempie i campi di allegria profumata, raggiante come la luce del sole che porta in...

Donazione

Sostieni Centro Studi Antropologici e gli studi inerenti agli argomenti trattati. Grazie di cuore!

Categorie

Privacy Policy